Carne d’agnello.


La macellazione avviene prevalentemente per Pasqua, quando gli agnelli hanno un peso di 15-20 kg. Tagliati in pezzi grossolani, cucinato in umido e servito con polenta, risotto e purea di patate. Gli agnelli macellati inizio estate sono più grandi (30-40 kg) e vengono confezionati in tagli diversi (gigot, steak di gigot, cotolette, ecc).

La carne d’agnello è una carne sana, che contiene molte vitamine, sali minerali e proteine. Asportando tutto il grasso visibile, alla preparazione, si ottiene un contenuto di grassi inferiore al 6,5 per cento, tasso inferiore al tenore di grasso di pollame. La preparazione è molto semplice.

Ricetta per stufato di agnello secondo la cucina di Eva

800 g di spezzatino di agnello, 1 / 2 cucchiaino di sale, pepe nero, 4 cucchiai di olio,
1 cucchiaio di farina, 1 dl di vino bianco, 2 dl di brodo 1 scorza di limone grattugiata e il suo succo, 1,5 dl panna semigassa per salse, 1 mazzetto di prezzemolo tritato

Preparazione per 4 persone. Friggere la carne nell’olio condita con sale e pepe. Cospargere con la farina e friggere da tutte le parti. Versare il vino bianco ed il brodo e portare ad ebollizione mescolando. Aggiungere la scorza ed il succo di limone. Coprire e far cuocere a fuoco basso per 60 minuti. Mescolare di tanto in tanto. Aggiungere la panna ed il prezzemolo finemente tritato.
Buon appetito!
Nota: La pentola a pressione riduce il tempo di cottura di 30 minuti.

L’agnello porzionato e imballato sottovuoto è ottenibile in primavera, direttamente in azienda, oppure tramite la ConProBio.